Category: Health and Fitness

Il diabete non sceglie una meta – sempre maggior numero di bambini affetti da diabete

Il diabete del tipo 1 si può sviluppare a qualsiasi età. Ma, negli ultimi anni la meta principale del diabete sono i bambini e addirittura i bambini al di sotto dei 5 anni. In Italia 10 anni fa venivano scoperti circa 70 bambini con diabete del tipo 1, mentre negli ultimi anni tale numero supera 100.


La caratteristica principale del diabete del tipo 1 è la totale assenza dell’insulina. Le cause sono ancora insufficientemente studiate. Alcuni esperti ritengono che il corpo a seguito di fattori esterni con il sistema immunitario distrugga le cellule beta del pancreas che producono l’insulina.
C’è speranza di una vita normale
I genitori spesso non riescono ad accettare il fatto che loro figlio sia affetto da diabete. Ma questa malattia non può essere celata. Tutti coloro che partecipano nella crescita del bambino devono esserne a conoscenza.
Sebbene i genitori non possano fare nulla per impedire la comparsa di questa malattia, essi in buona parte possono aiutare il trattamento corretto della patologia. Perché, fino a quando la malattia è sotto controllo, il bambino può sempre godersi una vita piena di qualità e più sana. La vita del bambino affetto da diabete è esigente, ma il bimbo non va assolutamente limitato. Occorre dargli il supporto e la comprensione e stimolarlo nei suoi obiettivi.
I genitori dovrebbero formarsi. Dovrebbero seguire dei seminari e laboratori per i genitori con figli affetti da diabete. In tale maniera potranno spiegare in modo chiaro e comprensibile al bambino quali sono le sue condizioni.
Come va trattato il diabete del tipo 1
Nel trattamento del diabete del tipo 1 vi sono due scopi. Il primo scopo è mantenere il livello degli zuccheri nel sangue quanto più possibile vicino ai valori normali, per evitare in futuro la comparsa delle complicazioni. L’altro scopo è far vivere il bambino diabetico in modo sano e produttivo.
Chiunque sia affetto da diabete del tipo 1, assume la terapia insulinica. L’insulina viene applicata con la siringa, penna per insulina oppure pompa per insulina. Con tale terapia si cerca di imitare la secrezione naturale dell’insulina che è bassa. Per una buona regolazione della glicemia nel sangue occorre che le dosi dell’insulina siano adeguate alla quantità di carboidrati che la persona affetta consuma nel singolo pasto.
Alimentazione regolare
La terapia insulinica nel trattamento di diabete del tipo 1 è essenziale. Tuttavia, il bambino deve introdurre un numero sufficiente di calorie nel corso della giornata per poter crescere e svilupparsi correttamente. Per tale ragione, oltre alla terapia base con l’insulina, si tiene conto anche dell’alimentazione regolare e bilanciata.
L’alimentazione del bambino affetto da diabete del tipo 1 è varia. Comprende tutti i gruppi elementari degli alimenti, carboidrati, proteine e grassi. Principalmente, dall’uso vanno eliminati solo i carboidrati concentrati come la marmellata e i dolci. Inoltre, occorre anche ridurre l’apporto dei grassi di origine animale. Perché il bambino non si senta escluso, i genitori dovrebbero adeguare la propria alimentazione a quella del figlio.
A seguito dell’ipoglicemia, quando il livello degli zuccheri nel sangue è inferiore a 3 mmol/L, si consiglia al bambino di prendere dei carboidrati semplici come il succo di frutta che solleverà velocemente il livello del glucosio nel sangue.

Busy Lives Need Scheduled Exercise Appointments

The busier everyone becomes, the harder it is to fit exercise into your daily or weekly routines. In order to fit exercise into your routine, you will need to do a little advanced planning. By fitting 30 minutes of exercise into your daily routine, it can give you more energy, help you lose weight, reduce your stress levels, and lower your blood pressure.


The American Heart Association has recently started a fitness program called the Start! The Start! Fitness program can help companies and their employees incorporate a fitness regime into their busy work schedules that include tips on how to add walking as a part of their lives. You can lean more about the American Heart Association’s the Start! Program at www.americanheart.org/start.

Tips for Scheduling Exercise

These strategies can help you decide which type of exercise will work best for you.

Scheduling for Your Exercise

At the beginning of the week, schedule your exercise time into your weekly personal and work routines. You can use parts of your lunch hours to exercise, rise earlier than normal for a morning walk before work or starting your daily activities, and set a longer exercise time on a weekend day for more time to exercise. Keep your exercise appointments like any of the other appointments that you have scheduled.

Make an Exercise Lunch Date

You can use 30 minutes of your lunch hour to exercise at a gym. If you would prefer not to exercise at the gym, you can walk for 30 minutes in the area where you work or live.

Break Up Your Exercise Times

You can also break your exercise time into shorter periods if this will fit in your schedule better. You can also exercise while working. Instead of emailing or using the phone to contact co-workers, walk to where they are to relay the message, use the stairs rather than the elevator, and park your car further away from the building. You can also walk around the airport while waiting for your flight if you travel frequently.

Exercise With a Pal

Exercising with a friend or your spouse will help you stay motivated and will keep your from becoming bored. You and your family can take an after dinner walk.

Television Commercial Breaks are Good

Instead of going to the kitchen for a snack during the commercial breaks of your favorite tv show, get in a little exercise. You can try marching in place, jumping jacks, squats or ab crunches during the two to three minutes worth of commercials. You can also use a light set of weights while sitting so you can work your biceps. You will want to do a different exercise during each set of commercial breaks.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén